Comunicato stampa – L’Azienda Agricola Valentina Cubi è stata fondata nel 1970 da Valentina e Giancarlo, suo marito, la cui famiglia faceva vino in Valpolicella già a metà del 1800. Le colline della Valpolicella, dove si trovano i vigneti dell’azienda, sono uno dei territori del vino più importanti d’Italia e si trovano in zona Classica tra Fumane e San Pietro In Cariano.

La cantina originariamente era destinata, alla produzione di vini per la rivendita. L’obiettivo di Valentina e Giancarlo però era ed è rimasto lo stesso: mettere sul mercato ottimi Valpolicella, Ripasso, Amarone, Recioto, rigorosamente certificati biologici, ricercando sempre la qualità nel rispetto della tradizione e del territorio. In bottiglia e con il proprio marchio. Ogni scelta strategica operata dall’anno di fondazione fino ad oggi è stata frutto di questa visione.

I vini si sono sempre contraddistinti per il loro stile fresco e fruttato, per la grande bevibilità e per l’autenticità, caratteristiche nate dalla decisione di impiegare solo le proprie uve e solo le varietà tipiche della Valpolicella (Corvina, Corvinone, Rondinella, Molinara).

Valentina dal 2007 ha iniziato la conversione alla coltura biologica, partendo già da un protocollo rispettoso dell’ambiente in cui i vigneti e il territorio erano da sempre salvaguardati a scapito della resa e della quantità totale. La prima certificazione arriva nel 2010 e quella totale nel 2014.

“Quest’anno raggiungiamo un traguardo per noi molto importante, 50 anni di attività e soprattutto di crescita qualitativa. Sui miei 10 ettari ho sempre cercato di produrre il meglio e di farlo con grande attenzione al vigneto e al futuro. Vorrei che le generazioni a venire potessero godere di un ambiente ancora sano e di prodotti agricoli salubri” dice Valentina.

Da circa 8 anni l’azienda produce anche Sin Cero, un vino senza solfiti aggiunti e a fermentazione spontanea (con lieviti indigeni). Un vino in cui l’intervento umano è circoscritto al meticoloso controllo della sanità e maturazione delle uve tipiche della Valpolicella e alla verifica dell’evoluzione della fermentazione.

“Sin Cero è un vino schietto, fresco, che rappresenta la tipicità del territorio, in cui il frutto e la naturale speziatura delle varietà coinvolte a fanno da padroni. È un vino che, come tutti gli altri della nostra azienda, nasce in vigneto, da uve perfette e selezionate. Per noi non esiste altro modo di fare qualità”, afferma Sebastiano Pagani, che in azienda si occupa della cantina e del vigneto insieme con l’Enologo Gian Maria Zanella e l’Agronomo Enrico Casarotti.

“Ho una squadra di giovani molto in gamba che credono nella mia filosofia e mi aiutano a produrre i miei vini con lo stile e le caratteristiche che li contraddistinguono. Sono contenta di loro perché credo che le buone cose possano essere fatte solo da buone persone in ambienti sani”.

I vini dell’azienda sono esportati per il 70% in 15 paesi del mondo tra cui Canada, USA, Olanda, Gran Bretagna, Belgio e Svizzera.


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *