Abbiamo avuto la fortuna di iniziare a collaborare con una splendida realtà, che ha sede ad Ortovero in provincia di Savona. Si tratta di una Rete di Imprese, tutte agricole, produttori di olio e di vino principalmente. Si chiama Vite in Riviera e raccoglie 27 aziende. Due sono cooperative, una di vino e l’altra di olio. Le altre sono piccole o medie, dedite alla produzione di extravergine e di vini di qualità. L’obiettivo è fare marketing del vino e marketing dell’olio, comunicare il territorio, promuovere l’agroalimentare locale ricco ed autentico.

Pigato, Granaccia, Rossese di Dolceacqua (la prima DOC di Liguria), Vermentino, Ormeasco e Lumassina la fanno da padroni, insieme all’oliva Taggiasca, ai fiori e alle erbe aromatiche.

Per capire meglio questo territorio siamo stati ospiti un paio di giorni. Ci vorrebbero un paio di settimane e ancora ci sarebbe da parlarne. Abbiamo dormito in Agriturismo da BioVio, una realtà gestita da un capofamiglia come si deve, Aimone Giobatta, dalle mani instancabili e dagli occhi profondi insieme alla moglie Chiara e alle tre figlie Caterina (enologa), Carolina e Camilla. Una squadra incredibile. Ci è rimasta impressa l’atmosfera della loro grande cucina, in cui abbiamo pranzato e anche fatto colazione, tra profumi e sapori autentici, piatti curati ed originali. In armonia. Un ambiente sereno ed allegro, oltre che impegnato e laborioso dove vicini, amici, contatti i lavoro trovano sempre un bicchiere di vino, un caffè, una pietanza da condividere. Le stanze dell’agriturismo sono curate, il wifi funziona bene, la colazione è spettacolare.

Caterina ci ha accompagnato in oliveto e vigneto, BioVio produce sia olio che vino biologico e anche in cantina. Sta compiendo alcune sperimentazioni per la produzione di vini senza solfiti, è una ragazza sveglia e tenace. Noi ci siamo innamorati del suo Pigato.

Con Caterina siamo stati accolti alla Vecchia Cantina Calleri di Albenga da cui si vede il mare. Nel 1982 Umberto Calleri inizia la ristrutturazione dell’antico edificio di famiglia e lo rende adatto ad ospitare una cantina dotata di attrezzature moderne e razionali per la vinificazione. Qui non si scherza, si producono vini metodo classico e a testimonianza si vedono le pupitre per il remuage manuale. Una poesia. L’azienda è stutturata per degustazioni preferiblmente su prenotazioni.

Vite in Riviera fa base ad Ortovero presso l’Enoteca Regionale. Qui si possono assaggiare tutti i vini delle aziende in rete insieme a molti vini liguri. Una esperienza unica. Si organizzato gli “Aperiwine” aperitivi con vini del territorio, cene a tema anche di altissimo livello. (Prenotazioni 366 872 6643). Dopo una riunione di alcune ore abbiamo avuto la fortuna di spendere una serata enogastronomica top.

Il giorno successivo è stato dedicato all’Ormeasco, un vino poco conosciuto, presentatoci dal Signor Guglierame, titolare dell’omonima cantina. Questa azienda agricola di Pornassio lavora con selezioni strettissime in vigna, arrivando a rese incredibilmente basse per preservare la qualità dei frutti che porta in lavorazione. Parliamo di 30 quintali ettaro. I vigneti sono ripidi, e dalla cantina si gode di una vista splendida. Quando sentirò parlare di viticoltori eroici, mi verranno in mente i visi del signor Agostino e dei suoi fratelli Raffaele ed Elisa.

to be continued…


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *